Tag

, , , , , ,

Come state? Spero bene. 

Pur avendo più tempo per scrivere e per leggere, anche qui nella blogsfera, non riesco a concentrarmi, a staccarmi dai pensieri, a evadere col la mente, a spaziare. Sono smarrita.

Ma vi ho pensati più volte e sarei felice di avere vostre buone notizie.

Qui in Sicilia i casi sono in aumento e al momento la situazione sanitaria dell’Isola sta reggendo. Quest’ultima per noi del Sud è una ulteriore preoccupazione nella preoccupazione.

Sono anche io chiusa in casa dal 6 marzo. Sto fondendo con le lezioni on line, mi arrabbio, litigo con la piattaforma, con la connessione, coi libri di testo in rete, con tutto, ma ho alunni e genitori eccezionali e spero di essere all’altezza di questa specie di scuola  a distanza che ci ha colti tutti di sorpresa. Grazie alle videolezioni rido e mi commuovo coi miei bambini, li ascolto, racconto, leggo per loro, faccio brevi lezioni, persino giochiamo e ascoltiamo musica insieme. Tutto questo mi serve anche a distrarmi dalla preoccupazione principale del momento e dalla reclusione che stiamo vivendo e che pesa sempre più. Ma è necessaria.

Vi abbraccio tutti.  ❤  Ce la faremo!