Ieri sono stata con un’amica in un centro commerciale per comprare un regalino ad un’amica comune. Mica facile comprare qualcosa di sensato e di carino con una piccola spesa per un’amica che ha di tutto, alla quale abbiamo regalato di tutto e che ha gusti un pò difficili. Dopo aver girato un pò di negozi di vario genere abbiamo optato per un ciondolino in pietre dure e poi, visto che entrambe avevamo un’ora a disposizione da concederci in santa pace e compagnia, abbiamo gironzolato un pò per negozi. Pericoloso, direte..eh sì…poi con quei luccichii e quegli “inviti” agli acquisti natalizi…Li chiamano strenne, ma mica regalano qualcosa! Comunque…siamo entrate in un negozio di calzature e abbiamo iniziato a provare scarpe e stivali; nessuna delle due aveva intenzione di acquistare, ma vuoi che la stagione invernale da noi è appena iniziata, vuoi che si sente odore di tredicesima o che un paio di scarpe nuove magari ti possono davvero servire o, ancora, che ci sono commesse che sanno fare bene il loro lavoro…insomma, usciamo entrambe da quel negozio con un bel paio di scarpe ciascuna. Lei acquista degli stivali scamosciati col tacchetto comodo, io provo un paio di sneackers di vernice nera, sportive ma anche elegantine. Sono indecisa ma, sia la mia amica che la commessa, ce la mettono tutta per farmi capitolare. Non che non siano comode e carine, ma qualcosa mi lascia perplessa. Solo che non so cosa.

<E’ un affare con la strenna natalizia, il 30% di sconto, tra un mese non troverà la sua misura>, dice tra l’altro la commessa.

<Sono belle, mi piacciono, prendile, il prezzo è buono e ti serviranno per il prossimo viaggio che faremo insieme>, continua l’amica.

Sì, sì, sono comode e carine, c’è uno sconto buono e sono scarpe di qualità. Ma resto sempre perplessa, di cosa non so, però non posso stare lì a pensare e così mi decido e vado a pagarle. Usciamo contente della passeggiata insieme e degli acquisti fatti e lei, quasi percependo la mia insicurezza sulle sneackers, mi dice che non mi pentirò dell’acquisto fatto. Poi in auto cambiamo discorso.

Appena saluto la mia amica e apro il portone di casa, ho un lampo! Io quelle scarpe le ho già viste…ma dove? A chi? Vuoi vedere che…

Salgo le scale di corsa, non levo nemmeno il giaccone e mi dirigo di fretta verso la scarpiera dello sgabuzzino. Non so cosa sto cercando, anzi sì..lo so perfettamente, ora…

Eccole! Ecco dove le ho viste e a chi !Simili, perfette, eccole…comprate in un altro negozio, altra marca, due anni fa. Resto senza parole…le confronto e praticamente sono identiche: nere col bordino tortora, stesse stringhe, stesse borchie, stessa vernice! Solo la marca è diversa e la suola di queste nuove è un pò più alta…forse. Le vecchie scarpe sono ancora in ottimo stato, le ho usate parecchio, ma le ho sempre trattate bene. E queste? Che me ne faccio di un paio di scarpe praticamente uguali?? 77.00 euro buttati…

Ma la cosa che mi rode e mi preoccupa è il fatto di non aver ricordato di averle già similari, similarissimi! L’incertezza, la titubanza mentre le provavo non sono bastate a farmi ricordare…Cos’è? La vecchiaia che inizia inclemente? Un principio di Alzheimer, di sclerosi, di demenza, di influenza, di varicella e pertosse?? Amnesia lacunare, globale, anterogada, posterogada?? O forse è che abbiamo tante, troppe cose in casa fino a scordarcele?? beh, sì, questo sì, ma non sono una fissata delle scarpe! Fosse stato per i libri magari l’avrei giustificato..mi è capitato di leggere libri già letti e ricordarlo dopo la 25^ pagina! Forse perchè mi piacciono tanto le scarpe da ginnastica? Crisi compulsiva d’acquisto? No, decisamente no, e la cosa mi preoccupa!

Resto a pensare e pensare, e …per quel principio di autoconvincimento che tu non sbagli mai, che a te non può mai capitare di fare una sciocchezza , uno sbaglio, che mai è colpa tua, ma sempre di qualcos’altro o qualcun altro…finalmente trovo la causa del mio pasticcio: IL TEMPO! Sì, tutta colpa del tempo metereologico! Tutta colpa del caldo che c’è ancora in Sicilia, a dispetto del gelo in tutta Italia, e che ancora non mi ha permesso di indossare le scarpe veramente invernali come queste!

Beh…vabbè..domani proverò a cambiarle. Ma ditemi: a voi è mai capitato? (ditemi di sì, per favore, che sto ancora pensando…)

Modigliani – Ritratto di Jeanne Hebuterne

Annunci