Vuoi che ti racconti una storia? Sicuramente la conosci già, ma desidero raccontartela lo stesso perché è una storia molto bella, una di quelle storie che Madre Natura ci regala ed è sempre emozionante ascoltarla. Quindi rilassati un attimo e mettiti in ascolto…la racconterò in modo semplice, usando parole piccole piccole,  perché  le grandi storie non necessitano di grandi parole.

La storia si svolge in un mondo bellissimo, un mondo talmente bello che persino Cristoforo Colombo, il più grande navigatore di tutti i tempi,  affermava che “ La lingua non è sufficiente a dire e nemmeno la mano riesce a scrivere tutte le meraviglie del mare“. Eh, sì, il Mare, proprio in quella immensa e misteriosa distesa blu, proprio lì, si svolge la nostra storia.

Tra le migliaia di forme di vita che popolano il mare, c’è un piccolo crostaceo, un Paguro, un cosino piccoletto che tutti chiamano Bernardo. E’ un Paguro errante, una specie della grande famiglia dei Paguro davvero simpatica e bizzarra, un piccolo crostaceo che ha un problema: ha l’addome molle, privo di rivestimento, e ciò lo rende vulnerabile.

Così’ Bernardo corre ai ripari e, per proteggere il suo tallone d’Achille,  va a cercarsi una casetta. Lo fa di notte perché lui ama poco la luce del sole poiché teme la disidratazione. E quale può essere la casetta ideale per un piccolo crostaceo dal ventre scoperto? Ma un bel guscio di conchiglia!  Bernardo la sceglie con cura perché deve essere della giusta misura e alquanto leggera e, appena la trova, vi si infila dentro con mezzo corpo, la attanaglia ben bene con la sua chela più grossa, e non ne esce  più. Beh, quasi più, perché man mano che Bernardo cresce, la conchiglia diventa stretta e lui, con pazienza, va a cercarne una più grande e la porta a spasso con sè, come fosse una lumachina. Dentro la conchiglia tiene sempre una piccola provvista d’acqua perché teme sempre di disidratarsi.

A volte capita che , nelle sue scorribande sulla spiaggia, perda la sua casetta, ma Bernardo non si scoraggia e va alla ricerca di una protezione: un collo di bottiglia, un pezzo di tazzina o di lampadina…in spiaggia (purtroppo…) si trova di tutto, e Bernardo sa quanto sia importante avere una casa che lo protegga (anche se non sempre è il massimo della comodità…).

 A lui piace la spiaggia e spesso la sera va a fare passeggiate sull’arenile per trovare cibo; è un gran mangione e riesce a fare un bel lavoro di pulizia, tanto che alcuni lo chiamano <il buon spazzino>.

Certo che è duro trasportare sulle spalle una casa, ma lui è forte e risoluto e spesso fa ancora di più: porta in giro anche le sue amiche Attinie!

Le signore Attinie sono dei fiori marini, degli anemoni ; belle e un po’ pigre, se infastidite sanno arrabbiarsi di brutto e si difendono sparandoti addosso un liquido urticante che ti fa ballare dal bruciore. Sanno però essere anche ospitali e, poiché godono nel loro corpo di tanto spazio, accettano qualche inquilino, ma deve essere un tipo simpatico, divertente ed affidabile. E Bernardo è un gran simpaticone ed anche un gran lavoratore! Così le Attinie lo ospitano, diventano amici ed ognuno gode della compagnia dell’altro. Il Paguro trova un posto ancor più sicuro dove stare  perché le Attinie lo difendono da eventuali predatori e Bernardo, per ringraziare dell’ospitalità, le porta a spasso in cerca di cibo, insieme alla sua conchiglia, e divide i suoi avanzi con loro.

Esseri differenti che entrano in perfetta simbiosi, che godono di reciproca compagnia e che si aiutano a vicenda, completandosi. Sapessimo farlo anche noi esseri umani! Sapessimo farlo sempre! Invece…Ma questa è un’altra storia…

Pensa che quando Bernardo cambia conchiglia, perché in quella vecchia non ci entra più, non si scorda delle sue amiche, ma trasporta nella nuova casa, ad una ad una, tutte le Attinie che si divertono un mondo a fare quelle belle passeggiate, altrimenti sarebbero destinate a fluttuare soltanto, attaccate come sono ai fondali.  Certo è una gran faticaccia per Bernardo, ma l’amicizia fedele è un serio impegno!

Quindi, se dovesse capitarti di immergerti di notte e di incontrare un piccolo crostaceo che con disinvoltura trasporta conchiglie e fiori pennuti dai mille colori, sai già che si tratta del simpatico Bernardo che ha saputo proteggere il suo tallone d’Achille in un modo fantastico, trovando amicizia e sicurezza ed offrendo cibo, divertimento e crociere gratis!

<<E il mare concederà ad ogni uomo nuove speranze, come il sonno porta i sogni>>. Cristoforo Colombo

Annunci