Ho spontaneamente aderito, quattro mesi fa, ad un gioco in rete, un gioco ideato da xtrex Chiara ed Ariel, efficientissime organizzatrici e curatrici del blog Ce.Lo sai, un gioco di scrittura di crimini strampalati da scrivere per diletto, per passione, per passatempo, per sfida con se stessi.

Mi sono iscritta tra gli “ammazzasette”, cioè tra gli autori,  per puro gioco, per trovare un modo diverso di impiegare un po’ di tempo libero nel web, per mettere alla prova le mie capacità di scrittura narrativa (giallo, genere letterario che non amo molto) e anche per far parte di un gruppo di persone. Ho sempre amato far parte di un gruppo, dallo sport all’associazionismo di varia natura e se il gruppo mi piace, se mi trovo bene, mi adopero, pur nei miei limiti, a farne parte attiva.

Ce.lo sai è stato un bel gruppo: persone cortesi, educate, gradevoli. Mai una parola pesante o di troppo, una discussione scortese o un’azione cattiva, ma sempre commenti rispettosi, sobri, garbati, scherzosi.

All’iscrizione conoscevo come amica- blog solo Chiara, molti dei partecipanti erano già in contatto tra loro, ma questo non ha impedito alla maggior parte di accogliermi con cordialità e simpatia e ora ho il piacere di avere alcuni di loro nella mia rete di contatti. Con alcuni i rapporti sono stati meno diretti, ma sempre all’insegna del garbo, con altri sono stati casuali e con qualcuno c’è stato un non problematico ignorarsi.

Mi sono divertita a scrivere qualche racconto “criminoso” e non nascondo che ho provato un bel po’ di emozione nel vederlo postato(anonimo) e nel leggere i relativi commenti. La formula dell’anonimato e del “cecchinaggio” (indovinare l’autore del racconto) è stata in fondo piacevole e divertente: si brancolava nel buio, si sparava a caso, si indicava l’autore dopo varie ipotesi ed  indagini bloggistiche, ecc…Un vero rompicapo!!Sorpresa

 

 

E’ stato un bel modo di farsi compagnia spensieratamente e questo, in fondo, è, o dovrebbe essere, il vero fine del web-mania.

Ora siamo al gran finale di questa prima tornata di gioco-racconto. Sono stati pubblicati oltre 35 racconti di omicidi( seri, divertenti, agghiaccianti, balordi, strampalati, lunghi, brevi, scritti bene, benino, benissimo) sapientemente illustrati col mouse da Gabriella.

L’invito che porgo alla mia rete di contatti e a chi casualmente legge questo post, è di cliccare sul banner di Ce.lo sai  o sul seguente indirizzo

 

e , nel tempo libero, leggere i racconti, anche solo alcuni presi a caso e di votare il racconto che più è piaciuto, scrivendo il titolo del racconto nell’apposito spazio del blog di Ce.lo sai. Si potrà votare anche il disegno di Gabriella che si preferisce, anche se lì è dura perché sono tutti molto belli e si potrà sorridere leggendo i caroselli, intermezzi domenicali, che sono fuori votazione.

Si può esprimere una sola preferenza per categoria(racconto-disegno) dal 15 al 24 dicembre. Saranno così selezionati 5 racconti e alla fine si voterà dal 25/12 al 5/01 e si proclamerà il racconto vincitore tra i più votati dalla rete.

Come ho già detto in precedenza, personalmente mi sento (e ritengo già tutti i partecipanti) vincitrice perché mi sono divertita a scrivere e a stare in piacevole compagnia. Questo è ciò che conta, ma avrei piacere di vedere qualche vostro voto e anche di vedere tutti voi come scrittori in una prossima edizione del gioco.

Ringrazio il COMITATO e tutti i partecipanti di CE.LO SAI. Sorriso

E’ stato gradevole e so già che quell’appuntamento mi mancherà.Pensieroso

 

In quanto alla voglia di scrivere…strano a dirsi ma… non è per nulla passata! Sorpresa

 

 

 Questa piacevole esperienza che si completa, almeno nella sua prima fase, coincide con l’anniversario del mio primo anno di blog! Sorriso

Eh sì, un anno dalla sera in cui, guidata da Lucetta,(smack Lucia!) postai una poesia di Neruda in questo spaces; così, senza idee, senza nulla di prorompente da comunicare, senza esperienze di scrittura per gli altri, senza contatti msn e con competenze vicine allo zero in materia di pc, ho aperto un blog.Sorpresa

E’ stata anche questa una bella esperienza, un percorso creativo che mi ha portata ad approcciarmi con voi in uno scambio di pensieri, versi ed emozioni che mi hanno arricchita, fatta riflettere, sorridere, partecipare, condividere e divertire. Se oggi sono arrivata a spegnere la prima candelina di questo spaces  lo devo a voi amici che mi leggete, che commentate anche le cose strampalate che a volte scrivo, che passate di qui anche per un semplice saluto.

E’ vero che in un blog si scrive soprattutto per se stessi ma è anche vero che se non si instaura un minimo di comunicazione con gli altri, alla fine non si va avanti.

Ed è per questo che oggi ringrazio ogni singola persona che è entrata in questo piccolo spazio lasciando anche un solo messaggio.

Grazie in modo particolare alla mia rete di amici per l’attenzione e per l’amicizia. Il termine amicizia può avere varie  forme, sfumature  e sembianze e una di esse è l’amicizia-blog, l’amicizia virtuale. Alcuni amano usare il termine “contatto”, io continuo a preferire amico/amica perché dietro ad ogni contatto, dietro ad ogni schermo di plastica c’è una persona, vera e bella come ognuno di voi.

 

 

Fiori per i miei amici di blog

Un abbraccio e un grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeSorriso

Maria Rosaria

 

Annunci